Mi afferrò il cuore

     Infreddolito lo raccolsi

    Era caduto da un passante

  sbadato picchiando la testa

   sopra la mia malinconia.

Tremava il suo corpo, gemeva

il suo desiderio; anelò al cielo.

Mi  fissò spaurito, si contorse

sopra il mio sguardo, si incupì

di piacere…  Mi afferrò il cuore

con fremiti d’ amore.

Annunci

13 risposte a "Mi afferrò il cuore"

  1. Incontri fatti per caso!
    Pezzi perduti per caso da passanti distratti diventano insegne, vessilli, cruciferi del nostro essere.
    E tu, cavaliere errante nell’immensa distesa fiorita della vita, con la tua spada d’amore, hai ridato la vita a quel desiderio morente…

    Un abbraccio.
    Piero

    1. Raccolsi e salvai quel cuore da
      una fine atroce. lo avvolsi tra mille
      promesse, gli giurai fedeltà eterna.
      Adesso è ancora qui, a palpitare d’amore.

      Buon lunedì Piero.
      Bacione
      Mistral

  2. I cuori abbandonati, calpestati, derisi,
    offesi, un giorno palpitavano d’amore e
    vibravano di passione.
    Non auguro a nessuno di vedere un cuore lacerato,
    perso nella sua solitudine.

    Grazie cara Fata
    Una deliziosa domenica
    Mistral

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...