Sulle acque di un amore

  Sotto un cielo remoto

con lo sguardo perso nel

vuoto, galoppano spauriti e 

soli i mie pensieri. Corrono

 da ore, sfiancando la mia

mente nel mezzo della notte.

Scorrono,  come  velieri al

vento sulle acque di un amore

perduto in fondo al mare.

                                                Ombreflessuose

                                                 

Annunci

30 thoughts on “Sulle acque di un amore

  1. Oh tremende acque dell’amore
    martoriate da placide tempeste
    da insonni moti ondosi
    finché all’alba il sole le rischiara
    e la pace fa da sovrana.

    Mi piace molto come scrivi
    mistral

  2. Ciao cara Ombre,
    difficile talvolta tenere il passo dei propri pensieri, specie di notte, quando sellano la mente indebolite dalla fatica e dal desiserio di ristoro in un sogno che faccia da guanciale per il cuore dolorante.
    Immagino i tanti velieri riaffioratii dagli abissi e un gancio abbastanza forte da rimanere integro duranteil recupero, ma anche ai tanti altri che sarebbero dovuti restare sepolti dove il tempo li aveva collocati e per me la cavalcata inarrestabile e’ proprio il circolo vizioso di queste considerazioni.

    Un abbraccio,

    Davide

    1. Certo caro Davide, loro non si fermano mai ,specie di
      notte, quando l’anima e il corpo reclamano quiete.
      Ma il loro zoccoli scalfiscono ricordi oramai lontani che fanno ancora
      male.

      Un abbraccio
      Mistral

      1. I ricordi più lontani s’infiammano facilmente perché è frequente che non siano stati ben curati…le circostanze talvolta ci fanno sentire più forti di quanto non siamo in realtà, però è anche vero che grazie a questa sensazione lo diventiamo davvero:-)

        Un abbraccio,

        Davide

  3. Lo sai bene che ti capisco davvero…..
    ma, credimi, passerà presto…….
    e allora sorriderò nel leggere i versi scritti per un un nuovo amore…
    Vedrai, sarà cosi….
    Quel giorno ricordati di me……

    Buonanotte dolce Ombre….

        1. Mi esprimo meglio : purtroppo ti capisco, purtroppo so cogliere la vena amara nei tuoi versi per esperienza, e non sempre questo mi fa piacere…

          Ti ascolto, comunque.

  4. Il mare.. con il suo andamento ondulatorio, con la sua vibrazione sensuale è un continuo sprofondarsi, per poi rinascere senza consumarsi.
    Il mare può custodire, nelle sue profondità, come un grande forziere, infiniti segreti…sentimenti, ma è anche un portatore di doni…di rinascita dei sentimenti.

    Un caro saluto,

    Mehregiah

    1. Ciao Mehregiah, tu che hai il “pianto nel nome”, mi sei
      più cara in questo momento.
      Il mare, adesso, culla di infinito mistero, custode dei miei ricordi,
      agita in me infelici pensieri.

      Grazie di essere qui
      Un sorriso
      Ombre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...