Lasciando che la micia mi dormisse accanto (racconto)

C’era una aria strana e frizzantina quella sera

 in casa mia. La nonna, mamma e zia Annina

 tutte affaccendate ad abbellire  la nostra casa.

C’era aria di buono e di pulito, di bisbigli e

occhiolini, di risa e di passione. Mamma: “Voglio

anch’io restare ad aiutarvi…” Ma lei mi spinse nel

mio letto, lasciando che la micia dormisse sulla sedia

 accanto. Dopo un po’ la porta si aprì di nuovo e nella

 fioca luce  vidi  Lui: San Rocco, insieme al suo cane che

 mi  fissava avvicinandosi  sempre di più  al mio letto

Che vuoi da me?… gridai. Vai dalla nonna che ti prega

sempre . Scappai nel corridoio attraversando in tutta la

 sua fierezza  la figura di S.Rocco e… mi svegliai dal sogno.

Era già mattino e i preparativi per la festa del Santo patrono

erano ancora in corso.

                                                     Ombreflessuose

                                                

Annunci

43 thoughts on “Lasciando che la micia mi dormisse accanto (racconto)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...