Solo un sax – Racconto bonsai

 Jimmy  arrivò con l’ultima corriera

 della sera. Non aveva bagagli, ma

 solo un sax  sotto il braccio.

Un lungo sguardo ad una finestra chiusa

 e si portò verso il centro della piazza

Guardò in alto e vide una bella luna celarsi

dietro una  stramba nuvola. La chiamò, e lei

scese accanto a lui. Portò il sax verso la bocca

 e intonò le prime note di  “Only You”            

“Only you can make this world seem right 

Solo tu puoi far sembrare giusto questo mondo 

  Only you can make the darkness bright              

  Solo tu puoi  rendere  chiara l’ oscurità 

      Only you, and you alone                                        

          Solo tu, e tu soltanto ” 

La luna  commossa si rifugiò in un

tenero pianto

    -Ombreflessuose-  

Annunci

48 thoughts on “Solo un sax – Racconto bonsai

  1. Ammetto di non essere un lettore di lunga data e questo credo sia il primo tuo racconto bonsai che leggo. Ma credimi, è stato un amore a prima vista. Come non riconoscersi in quel sassofonista solitario e come non commuoversi assieme alla luna? Complimenti dolce Mistral!
    Un abbraccio
    Andrea

  2. Sei bravissima ,riesco ad entrare nei tuoi scritti e sentirmi protagonista, sei stupenda nello scrivere, contenta di averti incontrata Mistral.
    Un abbraccio da MT.

  3. Bellissimo racconto! Mi piace un sacco l’associazione della luna al sax in una atmosfera molto street, davvero toccante! è un po’ come io lo immaginerei suonando un flauto al centro di una radura ai piedi di una montagna ma non avrei mai pensato che una atmosfera cittadina potesse essere così efficace!
    Complimenti!

    1. Ciao Giovanni, quando il cuore è innamorato non è tanto importante il luogo, ma quello che si prova ogni volta che il pensiero si rivolge a lei o lui
      Poi se c’è la luna e un sax, la magia è servita
      Grazie e buon weekend
      Baci
      Mistral

  4. Un sax-amore è sempre piacevole da leggere, specoialmente se suona Only you, una canzone che amo per i ricordi che si trascina con sé.
    Dolce pomeriggio
    Un grande abbraccio
    Gian Paolo

  5. un pianto di piccole gocce d’argento…le immagino e sorrido,
    amo tantissimo il sax, molto spesso è ascoltando le sue note sensuali che mi piace scrivere
    buongiorno…1naggia! macchèbuongioroèèèèèèèè??? sta sempre a piovere, mah

    1. Il sax, insieme al clarino e chitarra è anche il mio preferito
      La luna stanotte avrà il sonno leggero…Una chitarra suonerà sotto il suo chiarore ( si spera)
      Da me piove e l’aria è pungente come d’inverno
      Abbraccio
      Mistral

  6. Bellissima e dolcemente romantica questa immagine deliziosa della luna!
    Solo un animo sensibile di una ragazza romantica può scrivere simili versi! Brava; veramente molto brava. Ciao! Osv

  7. Non ho mai letto un racconto così bello e commovente. E che dire di Jimmy…dev‘essere abile col sax per far commuovere la luna!
    Un abbraccio,
    Carlotta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...