Guardavo le mie parole – Sliding words

Come sassi scoloriti

dai pensieri del tempo

guardavo le mie parole

bucare l’anima.

Galleggiavano fluide e mute

verso la riva del cuore.

Erano belle e sincere,

si tenevano per mano

         -Ombreflessuose-

Annunci

43 thoughts on “Guardavo le mie parole – Sliding words

  1. E’ a dir poco stupenda!!!
    Penso che quest’aggettivo basti per descrivere con poche parole ciò che mi ha trasmesso: “intense emozioni, belle immagini, bei concetti”. Complimenti.
    Un abbraccio, Edo

  2. Immagino le tue parole delicate come i petali di una rosa, dai colori chiari e sfumati.. mi hai toccata nel profondo dell’anima 🙂
    buona giornata,
    Carlotta

      1. Grazie a te per tutte le parole che condividi con noi! Eh,devo aspettare ancora agosto per le vere vacanze 🙂 Non sono mai stata meglio, proprio in queste settimane sono riuscita ad uscire da uno stato di tristezza e solitudine che mi ha avvolta per tutto l’inverno. Spero che tu stia bene quanto me 😀
        Un bacione anche a te
        Carlotta

  3. Ogni volta che la rileggo, trovo sfumature diverse, sempre nuove, sempre diverse….è come se la poesia abbia vita in se, si sposta, cambia aspetto.
    Ma come fai?? Credo che una persona capace di scrivere così, non può che essere meravigliosa!

    “Son le ombre del tempo
    Sopravvento infinito
    Ma poi accendo la luce
    Ed illumini, tu”.

    Ciao! Pier

      1. Ti coccolo perché lo meriti…..e non sono l’unico..☺

        Il vento accarezza la mia pelle
        Vento che presto si fa mano
        Brezza che piano mi accarezza
        Mi prende e mi solleva
        E piano fa volare….

  4. Mistral, se esisti anche tra le folate del vento di cui porti il nome, allora indosserò un tabarro, uscirò a cercare dove soffia solo per far sì che tu muova le falde del tessuto, sussurrandomi alle orecchie queste parole che così bene si tengono per mano.

      1. Sono un cavaliere inesistente, dall’armatura ammaccata, ma che ancora segue e cerca chi sa parlare al cuore a all’anima… come tu sai fare. Mi inchino davanti a te, mia signora delle ombre. Una abbraccio sentito.

  5. Ti leggo sempre con piacere! Il tempo che usi al passato ha un che di malinconico…mi viene voglia di chiederti se quelle parole “belle e sincere” hanno sciolto il loro intreccio. Buona serata

  6. Le parole ricordate sono sassi scoloriti ma rimangono sempre nel cuore e sono sincere e rimangono unite…Hai un modo di verseggiare fantastico stupendo. Buon pomeriggio bisous

  7. sassi che il mare ha consumato…ricordi la bella canzone di Gino Paoli?
    ma credo che le parole quando sono sincere anche se possono sembrare sassi l’acqua del tempo non riesca a consumarle, ma solo a farle più lucenti
    buona domenica Mistral

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...