Sette domande a Mistral – Seven questions to Mistral

La cara Marisa, blogger e amica, ha voluto premiarmi ancora. Ma visto la poco simpatia che ho per le catene, mi appresto solo a riproporre sette domande alle quali gradisco rispondere

1) Cos’è che ti dà veramente fastidio?

Certe bigotte che fan della chiesa luogo di pettegolezzo e non di preghiera

2) Che cosa ti rende veramente felice?

 Un pensiero d’amore

3) Quale meta sceglieresti per un viaggio?

Mi affascina molto la Cina, ma vista la penuria di soldi, me la sogno e basta

4) Cosa significa per te la libertà?

Andare ovunque senza dare spiegazioni a nessuno

5) Di quale capo d’abbigliamento o accessorio non faresti mai a meno?

Vesto molto casual e i jeans sono al primo posto (ne ho diversi) Ho anche una moderata passione per i foulard che uso come cintura e bandane per i capelli soprattutto d’estate

6) Quando parli con qualcuno cosa non sopporti?

Il tono saccente e gli occhi che guardano dappertutto meno che me

7) Se potessi cambiare lavoro cosa ti piacerebbe fare?

Premesso che il mio lavoro di oggi consiste solo nel Sognare,  mi piacerebbe essere un’ attrice di prosa

Cari amici blogger, mi farebbe davvero piacere leggere anche le vostre risposte

-Ombreflessuose-

Annunci

69 thoughts on “Sette domande a Mistral – Seven questions to Mistral

  1. …belle domande…fa bene già solo pensarci..
    cose che da solo probabilmente non ti chiederesti.
    perchè non abbiamo tempo di fermarci a pensare.

    e comunque, probabilmente, risponderemmo “tutto e niente”.

    1) Cos’è che ti dà veramente fastidio?
    lottare contro i mulini a vento.

    2) Che cosa ti rende veramente felice?
    il cibo che riempie lo stomaco e svuota la testa.

    3) Quale meta sceglieresti per un viaggio?
    l’India.

    4) Cosa significa per te la libertà?
    il non avere paura delle conseguenze.

    5) Di quale capo d’abbigliamento o accessorio non faresti mai a meno?
    gli slip: banali e svalutati. ma dormirci senza per me è impossibile. sono la mia difesa.

    6) Quando parli con qualcuno cosa non sopporti?
    l’interruzione perchè “so già cosa vuoi dire”. no, non lo sai, perchè non sei me.

    7) Se potessi cambiare lavoro cosa ti piacerebbe fare?
    il medico. per l’autorevolezza della professione. niente da maggior considerazione del salvare delle vite.
    anche fosse il chirurgo estetico: dare maggiore sicurezza e autostima, cambia la vita al paziente.

    1. Benvenuta/o e grazie, le tue risposte hanno avuto la mia attenzione
      Fare il medico, richiede, oltre a una certa predisposizione, soprattutto coscienza onesta e scrupolosità, cose oggi mancano davvero
      Siedono dietro una scrivania e battono ricette al pc
      Anche il chirurgo plastico o estetico, è tenuto ad avere una coscienza scrupolosa e corretta e non guardare solamente al portafoglio

      Lottare contro i mulini a vento è una sconfitta assicurata ma a certi sogni o ideali non si rinuncia mai (almeno ci provo)

      Abbraccio
      Mistral

  2. Ciao, non ci conosciamo ma mi piace il tuo blog e mi piacciono i giochi, rispondo alle domande

    1) Cos’è che ti dà veramente fastidio?

    Le prevaricazioni, la sopraffazione del più forte da parte del più debole

    2) Che cosa ti rende veramente felice?

    La musica

    3) Quale meta sceglieresti per un viaggio?

    La Groenlandia

    4) Cosa significa per te la libertà?

    Perdermi nelle profondità dell’Azzurro di un cielo terso, lontano da tutto e da tutti

    5) Di quale capo d’abbigliamento o accessorio non faresti mai a meno?

    L’orologio di mio padre

    6) Quando parli con qualcuno cosa non sopporti?

    Il tono di sufficienza di chi è sempre pronto a giudicare

    7) Se potessi cambiare lavoro cosa ti piacerebbe fare?

    scrivere

    ciao e buona giornata a tutti 🙂

    Cristiano

    1. Ciao, Cristiano, grazie di aver partecipato a questo “gioco” che poi è anche un modo per conoscerci un po’ meglio
      Le risposte numero 2, 6 e 7 le condivido in pieno
      Spero di rivederti ancora qui
      Baci
      Mistral

  3. 1) Cos’è che ti dà veramente fastidio?

    Il rumore e la stupidità fine a se stessa

    2) Che cosa ti rende veramente felice?

    La fatica e tutto ciò che è fatto con amore (meglio se è open air)

    3) Quale meta sceglieresti per un viaggio?

    Qualunque, meglio se inaspettata

    4) Cosa significa per te la libertà?

    Uscire senza una meta, godere del tuo tempo, non dover riportare a nessuno

    5) Di quale capo d’abbigliamento o accessorio non faresti mai a meno?

    Nessuno in particolare

    6) Quando parli con qualcuno cosa non sopporti?

    Due cose, chi non è aperto alla conversazione e chi inizia dicendo come va? e non ascolta nemmeno la risposta, motivo per cui rispondo va male, anzi malissimo….

    7) Se potessi cambiare lavoro cosa ti piacerebbe fare?

    Non lo so esattamente, ho troppi sogni, troppo poco tempo ed un carattere passionale ed incostante. Oggi forse vorrei fare l’esploratore

  4. Ciao Mistral, e innanzitutto complimenti per questo premio che è ipermeritato!
    Ed ecco le mie risposte alle domande 🙂

    1) Mi dà fastidio la menzogna e l’ipocrisia.
    2) Che cosa mi rende felice? Un po’ tutto e un po’ niente purtroppo.
    3) Il viaggio è importante anche senza meta, ma nel cuore due sono le tappe che ho prima di tutte, l’escursione tra gli stati USA e quella tra Australia e Nuova Zelanda. L’avventura insomma. Ma come te, i soldi latitano e allora rivivono in sogni.
    4) Libertà è la tua stessa definizione. Ma non solo andare, ma anche agire e liberarmi da ogni sovrastruttura o maschera.
    5) L’orologio (esclusivamente analogico), se sono fuori casa. Non lo guardo mai, anzi il mio ha persino la pila scarica!
    6) Di nuovo sono d’accordo con te, gli occhi sono importanti e il non guardare l’interlocutore lo leggo spesso (ma non sempre) come mancanza di rispetto. E chi usa il cellulare in ogni istante della conversazione.
    7) Vorrei trovare un lavoro prima di poterlo cambiare eheh Ma il sogno è la regia e il trasformare la mia voce in storie che possano emozionare i cuori…

    Un ampio sorriso Mistral e un altrettanto grande abbraccio
    Andrea

  5. 1) il disinteresse
    2) l’unione familiare
    3) la casa di Babbo Natale
    4) la mia vita
    5) le mie tute
    6) concordo con la tua risposta
    7) avere una fattoria con tanti animali
    buona giornata e felice fine settimana MT

  6. 1) La presunzione
    2) Fare qualcosa per gli altri
    3) Non importa la meta, importante è viaggiare
    4) Nessuno impone qualcosa agli altri o li limita nella loro azione e scelta di vita
    5) Della mia pelle
    6) Che risponda o chiami al cellulare / che si metta a leggere il giornale
    7) Mi piace il lavoro che faccio, cambierei solo la clientela

  7. Non so come mai ma sono finito in questo blog; a domanda, per educazione (ed esibizionismo), rispondo.

    1) Cos’è che ti dà veramente fastidio?

    L’ottusità.
    Soprattutto, quando la incrocio, la mia.

    2) Che cosa ti rende veramente felice?

    Se la domanda fosse al condizionale, risponderei “La libertà”. Essendo al presente scelgo la serenità.

    3) Quale meta sceglieresti per un viaggio?

    In questo momento Mendrisio, Svizzera. Pare là ci sia un cuore inspiegabilmente impegnato a battere per me.

    4) Cosa significa per te la libertà?

    Un concetto meraviglioso, astratto ed utopistico. Inutile inseguirlo ma tanto meschino non sognarlo ogni tanto.

    5) Di quale capo d’abbigliamento o accessorio non faresti mai a meno?

    I miei occhiali da vista.

    6) Quando parli con qualcuno cosa non sopporti?

    Scoprire che lui abbia ragione ed io torto. Invecchiando, un fenomeno frequente al limite dell’irritante.

    7) Se potessi cambiare lavoro cosa ti piacerebbe fare?

    Collaudatore professionista di abboccamenti per sensuali fanciulle. Oppure tennista professionista. O poeta pluripremiato. Temo dopo un po’ mi annoierei comunque.

    (Ora curioserò un pochino in questo blog, sono certo risulterà interessante. Anche se non concordo con l’affermazione esposta nella front-page: a mio parere è la purezza a non avere ombre mentre l’innocenza può essere perfino figlia di intricati travagli ed averne accumulate, di ombre, oh se può averne accumulate!)

    Grazie per la condivisione.

    1. Grazie, Litediinnamoratoconilmondo .Le vie della navigazione virtuale sono infinite, e per essere approdato qui ti regalo anche un sorriso
      Alcune tue risposte le trovo “spassosamente “geniali
      E a proposito della purezza, hai ragione in parte, perché anche l’ innocenza è qualcosa di incontaminato come appunto la purezza
      Grazie e benvenuto
      Kisses
      Mistral

  8. 1 falsità e ipocrisia 2 L’abbraccio della donna a cui ho regalato il mio cuore 3 La Cina, con la Grande Muraglia 4 poter essere davvero ciò che sono 5 di nessuno 6 Sentire il tono di sufficienza nella voce 7 Il regista
    Tu hai l’arte nell’anima e un incanto nel cuore… complimenti, sempre.

    1. Cara Alessandra, l’amore è al top anche dei miei pensieri
      Poi, visto che ti leggo da un po’, sei già una scrittrice vera, ti manca solo quel colpo di fortuna che spero presto arriverà
      Grazie mille
      Un abbraccio
      Mistral

      1. Cara Mistral, ti ringrazio dei complimenti, dei baci ma accetto anche le critiche, servono a crescere tanto come i complimenti, forse anche di più. Grazie, e ancora baci.
        Marco

  9. 1) L’inguistizia. In qualsiasi forma, pensiero, azione.
    2) La realizzazione personale. Il riuscire, l’arrivare alla vetta, lo scorgerne una nuova.
    3) Ne ho scelte già molte. Bramo ancora il Giappone, la Nuova Zelanda, il Canada.
    4) Essere se stessi. Al di fuori delle regole e delle imposizioni.
    5) Gli occhiali. Così, giusto perché senza non mi godrei il mondo.
    6) La ripetitività. Un concetto va espresso una volta, bene, ed una volta sola.
    7) Qualsiasi lavoro mi consenta di vivere dignitosamente e di dedicare il giusto tempo a me stesso.

    E non rispondo solitamente mai… ma giusto perché sei tu 😉

  10. 1) Le persone che parlano alle spalle
    2) La stessa di Mistral (:
    3) Non mi dispiacerebbe Budapest
    4) Poter scegliere davvero qualcosa senza rimorso
    5) Anche io adoro i jeans!! 😉
    6) Chi non mi guarda negli occhi o, di recente, guarda il cellulare!
    7) Ho appena iniziato, ma mi piacerebbe poter essere un cantante o scrittore

    Un saluto a te cara Mistral 😉

  11. complimenti!
    1) La menzogna (verso se stessi e verso gli altri)
    2) La sensazione illuminata dell’Amore (nell’attimo breve in cui è scevra da tutto)
    3) Cina anche io (mi permetto di consigliarti Cigni Selvatici di Jung Chang)
    4) La libertà è una condizione dell’animo, non la conosco ancora perciò direi che ci sono tante piccole libertà, una di questa è per me poter esprimere un’opinione senza subire il peso di un giudizio (soprattutto il mio)
    5) L’elastico per i capelli
    6) Non essere ascoltata (non sopporto neanche entrare dal panetterie e non avere ricambiato il saluto)
    7) Mi piacerebbe trovarlo un lavoro (dopo averlo perso…) in ogni caso potendo scegliere vorrei che la scrittura ne entrasse a far parte.
    Un abbraccio!

    1. Cara Mita, la risposta numero 6 la condivido in pieno, salutare con educazione e non essere ricambiati o addirittura ignorati mi irrita a tal punto che ….meglio lasciar perdere
      Ti auguro tanta fortuna in tutto ciò che desideri
      Grazie
      Un abbraccio
      Mistral

  12. Arrivo per ultima e avrai l’ennesimo Versatile Blogger Award. Ricevilo come segno di amicizia, stima e riconoscimento del tuo splendido lavoro.
    A breve anche le mie risposte al questionario … ottima idea!
    Un abbraccio
    Primula

        1. Buongiorno carissima Mistral.
          Se oggi il mio tempo mi consente di “giocare” un po’ lo faccio molto volentieri.
          A più tardi, o comunque a presto.
          Con affetto
          Primula

  13. 1) L’ipocrisia di chi non riesce a guardarti negli occhi.
    2) Essere in pace con me stesso e con chi mi sta intorno
    3) Vienna. Non sono mai riuscito a visitarla.
    4) Fermarmi quando il mio senso di libertà invade quello di un altro
    5) Non esiste
    6) Il tono saccente
    7) Non saprei.

  14. 1 ) la falsità 2) sentirmi dire TIAMO da chi so io 3) australia ( stesso problema tuo) 4) essere libera di amare 5) scarpe da ginnastica 6) che non mi guardi negli occhi 7) le velista ….e continuo a sognare
    baci
    🙂

    1. Cara Mari, il chiodo fisso, purtroppo o per fortuna è sempre l’amore
      L’Australia è bellissima, ci sono stati degli amici, e ti auguro di fare tanti bei sogni ma veritieri e realizzabili
      Abbraccione
      Mistral

  15. 1)ipocrisia e mancanza di rispetto
    2)essere innamorata e quando qualcosa nel mondo va per il verso giusto
    3)tornerei a Roma e a Venezia, nello stesso viaggio
    4)dire e fare ciò che mi va senza doverlo posporre ad altre priorità
    5)jeans, calzature con almeno un po’ di tacco, orecchini
    6)idem, ma anche se con tono saccente mi guardasse negli occhi
    7)magistrato oppure attrice di teatro o ballerina (ma,soprattutto per quest’ultima, dovrei rinascere un’altra volta!)
    Complimenti per l’ennesimo premio 🙂 e grazie per aver condiviso le tue risposte.
    bacione, buona giornata

    1. Cara Lud, mille grazie, vedo che siamo in sintonia anche in qualche risposta
      L’ ipocrisia è talmente estesa in questa società che non ci si fa quasi più caso
      Grazie ancora
      Abbraccio
      Mistral

  16. Concordo sulla 6 (il 6 mi perseguita) é una cosa che non sopporto… Il contatto visivo é fondamentale, e guardare negli occhi per me è un segno di rispetto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...