Raccontopoesia di Ombreflessuose ( breve come un battere di ciglia) – Chapter one

Non ricordo il momento dell’ incontro tra i miei futuri genitori e

nemmeno il primo bacio e la loro prima carezza, ma sento ancora

dentro me il fiato caldo del loro amore nel giorno che mi hanno voluta

Ecco, inizia  così l’avventurosa (si fa per dire) vita di Ombreflessuose

Mia madre era tanto bella quanto strana, e certe sere d’estate… continua

Ombreflessuose-

 

Annunci

74 thoughts on “Raccontopoesia di Ombreflessuose ( breve come un battere di ciglia) – Chapter one

  1. Romanzo /poesia splendida idea, con parole semplice riesce a catturare il lettore…
    non vedo l’ora di leggere le prossime
    Un caro saluto,Omar

  2. Trai i bisogni necessari primari il calore è quello che ci serve più in assoluto soprattutto e il calore interiore che poi sarà proprio quello a darci forza ed energia per tutta la nostra esistenza,,in questa vita terrena

  3. Bellissimo progetto carissima Mistral. Sarà indubbiamente una “narrazione” elegante e raffinata.
    L’incipit è già molto promettente al riguardo.
    Una abbraccio
    Primula

  4. Originale questa trovata di pubblicare una poesia a puntate che ripercorre la vita di Ombreflessuose.
    Ottimo incipit, adesso aspetto i seguiti.
    Dolce serata
    Un grande abbraccio
    Gian Paolo

  5. Anche io, Mistral, ho provato/pensato la stessa sensazione.
    Ecco come l’avevo espressa io.
    http://oltrelalinea.blogspot.it/2013/01/sandro-botticelli-la-primavera-ho.html

    Mi piace molto la tua idea di una biografia in poesia.
    Credo di avere compreso meglio il tuo essere e come sei, almeno per le cose che scrivi.
    Per questo continuo a seguirti.
    Hai il dono della bellezza concentrata in poche parole, nei pochi versi che ogni volta è il distillato della tua anima (io prima pensavo che fosse il distillato di una vita, di fatti piccolo io grandi, poco importa; ma è molto diverso distillare una’nima oppure una vita)…
    Per questo … continuerò a leggerti.
    Un abbraccio
    piero

    1. Caro Pier, ci “conosciamo” da circa due anni , da quando ho aperto il blog e sei stato se non il primo, uno dei primi cari lettori. Poi come succede anche nella vita reale ci si perde di vista ma sempre col ricordo che mai svanisce
      Grazie, le cose che scrivo sono davvero nel cantiere della mia anima e cerco piano piano a farle uscire, a volte bene ,altre un po’ così’ ma sempre con sincerità e rispetto per me stessa , le persone a me care e il prossimo
      Ti abbraccio
      Mistral

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...