Un sole appannato – The sun is strange

Stamattina un sole appannato

dalla nebbia della memoria

ha dimenticato il raggio più bello

nelle braccia della notte.

Ombreflessuose

Annunci

81 thoughts on “Un sole appannato – The sun is strange

  1. Prima o poi la notte si sveglia e la nebbia svanisce. Anche i raggi più belli, a nostro scapito, necessitano un po’ di riposo. Poi tornano a risplendere più raggianti di prima. Sempre brava Mistral 🙂
    Un sorriso
    Andrea

      1. Spero che il giorno ti sia apparso radioso, vibrante come i tuoi versi, armonioso di peculiare delicatezza.
        Questo spazio sembra limitato, ma nulla va perso, ogni sentimento, ogni sensazione, tutto l’amore, e chiaramente il contrario, una volta vissuto sarà per sempre: è l’equilibrio misteriosamente affascinante su cui si regge l’infinito.

        1. Caro Marco. il giorno, quasi alla fine , mi ha lasciato nelle braccia di una soave stanchezza. Ho camminato così tanto che il sole non mi seguiva più ( si era fermato a riposarsi) . Provo a non lasciar rimpianti in questo spazio che è la nostra vita, ma ogni attimo perdo occasioni preziose.
          Un abbraccio
          Mistral

  2. nelle tue poesie brevi, o favole poetiche, come vuoi, c’è sempre una sensualità che seduce.
    Usi le parole come solo una donna può fare, secondo me.
    Scusami se dico così, non voglio essere offensivo nel senso di toccare aspetti “maleducati”, ma, volevo esprimerti questa sensazione che mi coglie quando leggo le tue parole.
    E’ come osservare le labbra rosse e provare desiderio di toccarle, come sentire un lieve soffio e aver voglia di assaporarne il sapore…
    E’ così.
    Credo che tu ne sia consapevole e per questo ti nascondi, un pò misteriosamente, dietro lo pseudonimo che usi.
    Il disegno che hai scelto come tua immagine è dolce, ma lo sguardo esprime forza, femminilità, vitalità, ardore, passione: è quel verso in tralice, quella direzione obliqua che aggira le formalità vacue e accede al desiderio…

    Perdonami ancora “la confessione”, del tutto innocente, che è discorso fra due adulti.

    Un abbraccio,
    Piero

    1. Caro Piero, uso le parole ( o forse sono loro che usano me) nel modo più semplice e personale possibile come un bambino incantato a guardare il cielo. Non cerco l’ enfasi ( ma può succedere) o il colpo da maestro, ma provo a trasmettere attraverso loro la mia essenza di donna, coniugando sentimenti e vissuto.
      Non mi nascondo ma solamente celo parti di me stessa
      Ogni scritto è un pezzo che svelo
      Il ritratto di fanciulla è dell’ Artista Lanfranco Raparo, e il verso vuol significare la continua lotta dell’ innocenza nelle ombre della vita
      Non hai nulla da farti perdonare, anzi…
      Un forte abbraccio
      Mistral
      Mistral

  3. È stupenda… Riesci a farmi emozionare ogni volta che ti leggo. La poesia, me ne rendo conto, non è mai facile da “smerciare” , per me è ossigeno … Bravissima! Un bacio. Carla

    1. Cara Carla, hai ragione. La poesia non è facile da ” vendere”. Io, nel mio piccolissimo
      mondo fatto di parole ( anche se le chiamo poesie) provo timidamente a lasciare le mie emozioni
      Grazie, un abbraccio
      Mistral

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...