Da bambina ferravo i cavalli della fantasia

Da bambina ferravo continuamente

 i cavalli della fantasia.

 I voli pindarici e i sogni frequenti

consumavano in fretta  gli zoccoli amati.

Li ricordo ad uno ad uno i miei chimerici amici

Malia, Illusione, Incantesimo, Miraggio, Magia, Fola.

Oggi è la volta del galante Incantesimo…

Mi portava in braccio nelle profondità della leggerezza

Ombreflessuose

 

Annunci

59 thoughts on “Da bambina ferravo i cavalli della fantasia

  1. Veramente sorpresa ed ammirata per questa lirica originale, in cui il mondo dei sogni viene esplorato con un approccio del tutto nuovo, con la fantasia di una bambina e , nel contempo, con la maturità di una donna che ha scoperto il mondo e cerca ancora quella profondità di sentimenti che non è facile trovare.
    Mi è piaciuto molto il commento di Pierpeppone, che pur con una leggera ironia , ha colto nel segno, il tuo sentire.
    Con simpatia,
    un saluto da Lauraluna

    1. Benvenuta Lauraluna, grazie mille del tuo gradire
      E se hai la cortesia di leggermi ancora, ti accorgerai che è il mio stile.
      L’ ironia dell’ amico Pierperrone, abbinata alla sensibilità della sua anima è davvero geniale
      Con simpatia reciptoca ti auguro un buon weekend
      Baci
      Mistral

  2. Anche io sono da sempre un’esperta di voli pindarici… forse più oggi di quando ero bambina… ma non avrei saputo tessere un’ode con la stessa grazia con cui lo hai fatto tu! Splendida.
    Laura

  3. Creativa e cara Mistral, vorresti cortesemente prestarrni uno dei tuoi magnifici cavalli?
    Te ne sarei molto grato
    Grazie, sei bravissima ♥
    Rodrigo

  4. E brava la maniscalca!
    Mi ti immagino, con la grande pettorina di cuio, le braccia muscolose, il martello pesante per battere il ferro e il mantice per dare forza al fuoco dei sogni.
    Eh, mi piacerebbe conoscerti.
    Con le tue immagini prendi sempre vesti diverse, ti dai toni e colori ogni volta imprevedibili.
    E’ un mettersi in gioco, mostrarsi mentre si ammaestrano questi cavalli immaginari.
    Potrei immaginarti da cavallerizza, galante e altera, da domatrice, impavida e decisa, da danzatrice conturbante e leggera, da illusionista immaginifica e bugiarda, da clown buffa e allegra, da suonatrice trasognata e ispirata…
    Tante versioni diverse per una Mistral che costruisce con le parole maschere sotto cui nasconde un’identità che deve essere delicata e sensibile.
    Beh, come amici di blog, abbiamo le nostre identità virtuali che si incontrano in questo carnevale in maschera.
    Lasciamo che stiano affettuosamente in compagnia, è il bello di questo nostro passatempo un pochino irreale.

    Un abbraccio,
    Piero

    1. Il tempo passa inesorabile e farlo con un po’ di fantasia è altamente curativo (almeno per me) I miei muscoli sono le idee, il martello, la voglia di trasmettere emozioni, il mantice, un soffio di leggerezza per stemperare quest’aria pesante che si respira in tutto il mondo
      Mistral è una sola ma ha tante sfaccettature a seconda del caso
      Grazie, caro Piero
      Abbraccione
      Mistral

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...