Senza fissa dimora

Senza fissa dimora

l’ anima si fermò.

Stremata sciolse le ultime e

sciupate lacrime.

Camminava da tempo…

con l’ ombra di un dolore

Ombreflessuose    

Annunci

60 thoughts on “Senza fissa dimora

  1. L’ANIMA?

    L’anima? Un luogo solitario,
    un eremo, sull’aldilà dell’Oltre,
    dove non ci stanno le parole
    ma solo un brulichio indistinto,
    un indiscernibile brusio
    d’immagini e rumori. Una stanzetta
    vuota, al massimo una sedia,
    e una lama di luce di sghimbescio
    nel buio dello sguardo, e, dietro, il Nulla.
    E, dopo, un altro Nulla. E unaltra sedia.
    In ogni eternità ci sta una sedia

  2. Raccolse l’anima,
    il vento venuto da lontano,
    con soffio delicato allontanò il dolore,
    e la portò tra le ombre gentili,
    che ne diventarono casa.

    E’ sempre un piacere leggerti. Grazie.

  3. Compagnia debilitante quella di un dolore
    che tuttavia spesso migliora lo spirito
    anche se non in ogni caso
    perché c’è tale tristezza
    che ci allontana da noi
    riducendoci allo stremo
    asciugandoci delle lacrime migliori
    che dopo essere state versate
    si rigenerano e moltiplicano
    forse per una gioia inattesa
    e per una luce talmente intensa
    da fugare qualsiasi tipo di oscurità.

    Salutone per te

    Uomo

  4. mi ha colpito l’idea dell’anima senza fissa dimora, passeggera, che si adatta, esaurito il corpo in cui coinvive la sua vita terrena, a passare in un nuovo corpo che si appresta a nascere. Come uno che prenda diversi treni a diverse stazioni, orari e coincidenze permettendo.All’ombra dell’ultimo verso io aggiungerei l’aggettivo”flessuosa”.
    Ciao, buon domenica

    1. Caro Italo, non conosciamo la Casa dell’ anima, ci piace pensare che sia in noi
      Ma Lei abita ovunque, nello spazio di questa vita e oltre ( pensiero mio ovviamente)
      Grazie, alla prossima ci penserò
      Con stima ti auguro una buona Pasqua
      Mistral

  5. Sono rimasta incantata da questa immagine così poetica dell’anima! Come fai a rendere così vivi e quasi palpabili concetti astratti ed emozioni? Quando l’anima è “stremata”, può decidere di fermare il suo viaggio, può aver esaurito tutte le sue lacrime e semplicemente arrendersi, smettere di lottare o di vagare.. Se quest’anima di cui parli è la tua, non so, ma di sicuro rassomiglia molto alla mia in questo periodo della mia vita.. Mi sono commossa nel leggere i tuoi versi cara amica. Sei grande!
    Un bacione. ❤

    1. Sì, cara Aurore, è la mia
      La sento sovente in giro, spaesata.
      Senza un luogo amico, un porto sicuro dove poter gettare l’ancora e riprendere fiato
      Grazie, carissima, vedrai che anche la tua, presto ritroverà la sua strada buona
      Un abbraccio dal mio cuore
      Buona Pasqua a te e cari
      Mistral

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...